I cookie aiutano a fornire servizi di qualità. Navigando su questo sito accetti il loro utilizzo.     Informazioni

Eventi

“PREMIO CASSANO 2019”: CITTADINANZA ONORARIA AI GIURATI DELLA XXII EDIZIONE

Torna il “Premio Cassano” con una novità: la Commissione Straordinaria ha deciso il conferimento della Cittadinanza Onoraria ai giurati delle XXII Edizione.

L’Istituto di Ricerca e di Storia di Demologia e di Dialettologica con sede nella Città delle Terme, ha reso noti i nomi degli studiosi, ai quali il prossimo 12 ottobre, nel Teatro Comunale di Corso Garibaldi, alle ore 18:00, nel corso di una cerimonia pubblica sarà consegnato il “Premio Cassano” 2019 – XXII Edizione.

I premiati di quest’anno sono: Fiorella Giacalone, Docente di Antropologia culturale nel Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Perugia; Maurizio Agamennone, docente di Etnomusicologia nell’Università degli Studi di Firenze; Architetto Fulvio Terzi, nato a Cosenza, città in cui risiede.

 

Il Dottor Terzi dal 1980 al 2008 ha lavorato presso la Soprintendenza per i Beni Ambientali e Architettonici della Calabria, ricoprendo negli ultimi anni il ruolo di Architetto Direttore Coordinatore. Inoltre, dal 2005 al 2012 è stato docente di Analisi delle Costruzioni Architettoniche nel Corso di Conservazione dei Beni Culturali, Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienze della Terra dell’Università della Calabria, e della Casa editrice indipendente (No EAP) di narrativa e saggistica, diretta da Settimio Ferrari e Francesca Londino. Sede operativa di un lavoro finalizzato a mantenere un doppio sguardo sul mondo: dal passato al presente, in un alternarsi di stimoli contemporanei e testimonianze da tramandare.

 

I “Riconoscimenti Speciali” della Giuria sono andati a Roberto Bilotti Ruggi D’Aragona, Mecenate di fama mondiale, operatore in ambito artistico, sociale e sanitario, a Roma, Salerno, Cosenza, Rende e Palermo, sedi che relaziona tra loro, con le istituzioni in una collaborazione/gestione pubblico-privato; e a Monsignor Francesco Savino, Vescovo di Cassano All’Ionio, impegnato in una profonda e assidua opera di difesa degli ultimi, di affermazione della legalità, di assistenza agli ammalati terminali e di aiuto ai tossicodipendenti.

 

Il Vescovo Savino ha fondato, dal 1989 a 2015, nella Parrocchia dei SS. Medici di Bitonto, importanti strutture, che vantano non pochi primati in Italia, in cui si concretizza l’opera incessante di aiuto agli ultimi, agli ammalati, ai bisognosi, e di conforto dei deboli e dei poveri. Opera, che sta continuando nella sua Diocesi di Cassano, promuovendo iniziative del tutto nuove nella nostra realtà regionale.

 

La scelta dei premiati e la decisioni delle motivazioni, sono state assunte all'unanimità, dalla Giuria del prestigioso riconoscimento che si è riunita nella sala di lettura della Biblioteca dell’IRSDD. 

 

La Giuria, presieduta da Ottavio Cavalcanti dell’Università della Calabria, è composta da Pasquale Caratù e Annaluisa Rubano dell’Università di Bari; da Giuseppe Caridi dell’Università di Messina; da Giampiero Givigliano e Giuseppe Trebisacce dell’Università della Calabria; da Leonardo Alario, Presidente dell’I.R.S.D.D. e ideatore del "Premio Cassano".

 

Nel corso della manifestazione ai componenti della Giuria del Premio Cassano, sarà conferita dalla Commissione Straordinaria, attuale Amministrazione locale, la "Cittadinanza Onoraria" per i valori e meriti maturati da ognuno di questi studiosi, che con la loro opera hanno illustrato la comunità di Cassano All'Ionio, la sua storia, il suo patrimonio linguistico e culturale, la sua realtà sociale.

 

Le personalità in questione nel loro agire professionale hanno maturato alti meriti nel campo della ricerca antropologica, linguistica, storica e della promozione culturale della comunità cassanese alla quale dedicano il loro impegno e il loro sapere, in forma del tutto gratuita, da ben 25 anni

 

M.P.

indietro

TWFBYT

pago pa Area RiservataMeteo 

 

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 1.057 secondi
Powered by Asmenet Calabria