I cookie aiutano a fornire servizi di qualità. Navigando su questo sito accetti il loro utilizzo.     Informazioni

Eventi

TORNA FRUIBILE PARCO LANZINO: LA COMMISSARIA GUIDA E IL VESCOVO SAVINO ALL’INAUGURAZIONE

Torna fruibile il Parco “Roberto Lanzino” di Cassano All’Ionio. Alla cerimonia di riapertura anche la Commissione Straordinaria rappresentata dalla Dottoressa Rita Guida, e il Vescovo della Diocesi cassanese, Monsignor Francesco Savino.  

Alla presenza del papà della compianta Roberta, Franco Lanzino, della Commissaria Dott.ssa Rita Guida e del Vescovo della Diocesi di Cassano, don Francesco Savino, è stato restituito alla Città delle Terme, Parco "Roberta Lanzino". Si tratta di un’area verde che si sviluppa planimetricamente su più livelli occupando una superficie di circa 4800 mq.  Mercoledì 11 luglio, finalmente, dopo decenni di abbandono, il Parco torna ad essere fruibile. La riqualificazione è stata curata dall’Architetto Jessica Mara Vincenzi, la sicurezza dal Geometra Diego Falcone, mentre i lavori sono stati eseguiti dall’impresa Francesco Garofalo del Geometra Giuseppe Garofalo. 

 
I lavori di riqualificazione hanno riorganizzato l’intero Parco senza stravolgerlo. Infatti, sono state conservate e rispettate, ovviamente migliorandole, le sue funzioni originarie. L’area della ex pista di pattinaggio, per esempio, è stata utilizzata per ospitare i giochi di una volta come “la campana”, per far riscoprire ai ragazzi il gusto dei giochi di strada.  Le aree verdi a terrazze, riqualificate, sono diventati luoghi di aggregazione sociale, aree per piccole attività sportive e aree per il tempo libero.
 
Per garantirne l’accessibilità ai disabili sono stati realizzati 3 percorsi pedonali dalla strada principale. Rifatti anche pavimentazione, impianto di illuminazione e, nell’ingresso da Via Cimitero, è stata creata un’area in cui è stata sistemata una panchina dipinta di rosso, simbolo della lotta alla violenza sulle donne e le vittime del femminicidio come Roberta.
 
Ricordiamo, infatti che Roberta Lanzino studentessa universitaria di 19 anni, fu barbaramente uccisa il 26 luglio 1988 mentre si recava al mare, a bordo del suo Sì blu. La ragazza mentre percorreva la vecchia strada di Falconara albanese, fu fermata da qualcuno che, dopo averla violentata, la uccise. La ragazza morì soffocata dalle sue stesse spalline (forse usate per non farla urlare) e per dissanguamento da rescissione della carotide. 
 
Toccanti e stimolanti gli interventi: dalle riflessioni puntali del Vescovo Savino, all’emozionate discorso del padre di Roberta Lanzino, alla concretezza delle parole della Dottoressa Guida. Erano presenti alla cerimonia anche l’Associazione Azione Cattolica, il Gruppo Scout Cassano 1, la Polisportiva Magna Graecia con un gruppo di atleti.

*Reportage fotografico di Aldo Jacobini


E. Gitto

indietro

TWFBYT

pago pa Area RiservataMeteo 

 

 Versione precedente del portale

                                               

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.795 secondi
Powered by Asmenet Calabria